La funzione consente di rimodulare i pagamenti per una serie di Fatture, generate dallo stesso Fornitore. Nel caso si debba dilazionare il pagamento di una sola fattura, sarà possibile generare semplicemente più scadenze, operando sul tasto Modifica posto nella sezione Scadenze della Fattura.


Per procedere a dilazionare più Fatture, clicchiamo sul tasto Piani di Rientro, posto nel menù di sinistra nel programma Pagamenti. Ora clicchiamo sul tasto + Nuovo e verrà proposta la maschera:



Saranno disponibili i campi:

  1. Nome Condominio
  2. Nome Fornitore di cui dilazionare le Fatture
  3. Data della dilazione
  4. Data registrazione
  5. Numero documento di riferimento
  6. Importo totale delle fatture da considerare
  7. Descrizione della movimentazione
  8. Elenco delle fatture collegate al Fornitore indicato al punto 2
  9. Numero di scadenze da generare
  10. Intervallo di giorni tra le scadenze (le date potranno essere modificate manualmente)
  11. Tasto per generare le scadenze delle fatture
  12. Gli importi generati per ogni scadenza


Per procedere alla costituzione del Piano di Rientro, è necessario compilare obbligatoriamente i campi contraddistinti da “” .



Come procedere

La prima operazione sarà impostare il condominio (1) ed il Fornitore (2), appariranno le Fatture associate (8). Indicare le date di Documento (3) e Registrazione (4) ed impostare il numero di scadenze (9) che si vogliono generare per la somma selle Fatture selezionate, e l’intervallo di giorni (10) tra una scadenza e la successiva.

Cliccando sul tasto + Genera Scadenze verranno generate le nuove date ed importi che saranno disponibili in Scadenzario per pagare le Fatture da dilazionare. Cliccando su Conferma verrà creato il Piano di Rientro.


Al termine delle operazioni, il Piano di Rientro sarà riassunto in questo modo:



Saranno disponibili i tasti X Elimina Piano di Rientro da utilizzare per cancellare l’operazione (possibile se non si sarà proceduto a pagare delle scadenze).

Saranno riportate le Fatture comprese nella configurazione e gli importi generati dal Piano, con l’indicazione se le nuove scadenze sono state saldate.


Le “vecchie” scadenze non saranno più pagabili nello Scadenzario, seppur ancora visibili se verrà attivato nei filtri lo stato “Piano di Rientro”.


La fattura originaria apparirà in questo modo:



Dove si troverà l’indicazione che la scadenza delle Fattura sarà gestita da un Piano di Rientro. 


In Spese / Fatture, la Fattura oggetto del Piano di Rientro sarà evidenziata da un icona particolare, presente nella colonna PR ?



Nello Scadenzario, le nuove scadenze saranno contraddistinte da un’icona arancione pastedGraphic.png nella colonna TS e dalla dicitura “Piano di Rientro” nella colonna Tipo Documento e Pagamento:



Infine, nel dettaglio del pagamento, disponibile nella sezione “Da Confermare” o “Archivio Pagamenti” nel programma Pagamenti, sarà riportato quante scadenze del Piano di rientro sono state pagate. 

Le eventuali ritenute presenti nelle fatture di origine, sono gestite normalmente.